Curiosità eging....

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Curiosità eging....

Messaggio Da tonysurf il Dom Nov 25, 2012 3:41 pm

Ciao ragazzi......quanti egi perdete mediamente a battuta pescando su fondali misti? Embarassed No

Ci sono degli accorgimenti che permettono di ridurne appunto la perdita?
avatar
tonysurf

Numero di messaggi : 1824
Età : 34
Località : palermo
Data d'iscrizione : 26.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Curiosità eging....

Messaggio Da Tony89 il Dom Nov 25, 2012 4:15 pm

Gli unici accorgimenti sono conoscere bene i fondali in cui peschi
avatar
Tony89

Numero di messaggi : 3985
Età : 27
Località : Reggio Calabria
Data d'iscrizione : 13.05.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Curiosità eging....

Messaggio Da bass il Dom Nov 25, 2012 5:31 pm

Tony89 ha scritto:Gli unici accorgimenti sono conoscere bene i fondali in cui peschi

E, aggiungo, avere un po' di totanare economiche "sacrificali" da utilizzare per esplorare i posti nuovi......
Comunque un trecciato di qualitá permette si coniugare diametri sottili (pe#0.8 o 1.0) con una resistenza tale da riuscire ad aprire i cestelli in caso di aggancio non "profondo "

bass

Numero di messaggi : 1012
Età : 47
Località : Basso Salento (LE)
Data d'iscrizione : 03.12.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Curiosità eging....

Messaggio Da jimy74 il Dom Nov 25, 2012 5:39 pm

anch'io ti consiglio totanare da battaglia per conoscere il fondale dove stai pescando....e poi via con le più costose!!
avatar
jimy74

Numero di messaggi : 62
Località : Monte Argentario
Data d'iscrizione : 07.05.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Curiosità eging....

Messaggio Da tonysurf il Dom Nov 25, 2012 6:03 pm

bass ha scritto:
Tony89 ha scritto:Gli unici accorgimenti sono conoscere bene i fondali in cui peschi

E, aggiungo, avere un po' di totanare economiche "sacrificali" da utilizzare per esplorare i posti nuovi......
Comunque un trecciato di qualitá permette si coniugare diametri sottili (pe#0.8 o 1.0) con una resistenza tale da riuscire ad aprire i cestelli in caso di aggancio non "profondo "

Il problema è il fluorcarbon..........la maggior parte delle volte rompo il fluoro (0,24) nel punto di giunzione con il trecciato........in pratica il trecciato da 0.8 mi taglia il fluoro (il nodo del fluoro rimane con il trecciato) Rolling Eyes
avatar
tonysurf

Numero di messaggi : 1824
Età : 34
Località : palermo
Data d'iscrizione : 26.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Curiosità eging....

Messaggio Da bass il Dom Nov 25, 2012 6:16 pm

Fj knot e non ho mai piú rotto sulla giunzione trecciato/nylon o trecciato/fluoro, ma sempre sul nodo del moschettone.........

bass

Numero di messaggi : 1012
Età : 47
Località : Basso Salento (LE)
Data d'iscrizione : 03.12.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Curiosità eging....

Messaggio Da Tony89 il Dom Nov 25, 2012 7:10 pm

io faccio un tony pena e non mi è mai capitato..
avatar
Tony89

Numero di messaggi : 3985
Età : 27
Località : Reggio Calabria
Data d'iscrizione : 13.05.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Curiosità eging....

Messaggio Da jack75 il Dom Nov 25, 2012 8:57 pm

Pure io uso il tony p mai problemi.prenditi le totanare eco e sonda il fondale io faccio cosi
avatar
jack75

Numero di messaggi : 1663
Età : 41
Località : milano
Data d'iscrizione : 07.01.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Curiosità eging....

Messaggio Da BRUTO il Lun Dic 03, 2012 10:34 am

bass ha scritto:Fj knot e non ho mai piú rotto sulla giunzione trecciato/nylon o trecciato/fluoro, ma sempre sul nodo del moschettone.........

Quoto, il Tony pena invece con trecciati 8 fili sottili da noie anche a me di rotture Tony

Diverso e' per il power pro o altri similari di fascia media

BRUTO

Numero di messaggi : 3567
Età : 38
Località : salento
Data d'iscrizione : 28.04.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Curiosità eging....

Messaggio Da dado89 il Lun Dic 03, 2012 2:12 pm

Ciao toni, un altro accorgimenti da utilizzare a parte utilizzare egi economici può essere quello tagliare gli aghi inferiori del cestelli oppure pescare a drop shot magari con oppai o piccoli egi Wink
avatar
dado89
Moderatore

Numero di messaggi : 17876
Età : 27
Località : Calabria
Data d'iscrizione : 31.07.09

http://www.mercatinodellapesca.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Curiosità eging....

Messaggio Da spinner82 il Lun Dic 03, 2012 2:39 pm

Io lo sondo con un piombo da 15 gr da bollentino lo faccio grattare a terra e perdite sono quasi a zero fa parte del gioco perdere le totanare
avatar
spinner82

Numero di messaggi : 3788
Età : 34
Località : napoli
Data d'iscrizione : 29.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Curiosità eging....

Messaggio Da odyssey il Ven Feb 08, 2013 2:00 pm

Ciao,
Ho un amico che per limitare le perdite taglia tutte le coroncine in basso,pare che funzioni.

odyssey

Numero di messaggi : 174
Data d'iscrizione : 12.04.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Curiosità eging....

Messaggio Da ciccio11 il Ven Feb 08, 2013 4:35 pm

si si
anche io ho un amico che per nn perdere gli artificiali pesca senza ancorette

i rampini inferiori sono quelli che lavorano di più

il dropshot lo lascerei in freshwater e cmq mai se non in verticale

gli egi non di qualità si incagliano più facilmente

8 fili diretto senza fluoro che tanto i calamari se ne fregano anzi...
senza dimenticare una bella pinza per raddrizzare gli aghi aperti

i fili sink fanno incagliare di più

my2cents




avatar
ciccio11

Numero di messaggi : 400
Località : Bari
Data d'iscrizione : 06.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Curiosità eging....

Messaggio Da Ismael il Sab Feb 09, 2013 8:45 am

Ritornando alla prima domanda, "quante totanare a battuta?", diciamo che se perdessi qualche totanara a battuta non pescherei più a calamari. Io perdo una o due totanare all'anno, quando va male. Quoto la conoscenza del fondale o l'uso di totanare sacrificali per l'esplorazione di nuovi spot, in più non pesco proprio sottile, diciamo trecciato, pp o udite udite l'antico fireline 0,12 con finale 0,28 o 0,26, i calamari li prendo uguale, con totanare 3.0 o 3.5, e quando incaglio tiro e il più delle volte si aprono gli aghi. Non mi piace neanche l'idea di non poter estirpare i polponi che capitano perché uso un finale troppo sottile. Il nodo che utilizzo è l'uni to uni che di resistere resiste, per il resto, mentre peschi è bene memorizzare i punti in cui hai toccato il fondo in modo da adeguare il recupero nei lanci successivi, se poi sul fondo c'e cordame o qualche pezzo di rete portato dalle correnti o dalle mareggiate, se riesci a tirare tutto a riva bene, sennò addio totanara. Dalle mie parti, i più incalliti pescatori di calamari, pescando nella maniera tradizionale, cioè con un recupero lento quasi costante e con la lenza armata con uno starlight a 30-40 cm dalla totanara, alleggerisce le totanare limando il piombo, altri poi cambiano-aggiungono corone per una sorta di customizzazione e a male parole custodiscono questi loro segreti, nello stesso modo poi custodiscono gli spot, vere e proprie riserve private, ma queste ultime notizie son solo una piccola nota per illustrare quello strano sottobosco cresciuto in questi ultimi anni attorno alla pesca dei calamari, così che anche le vecchie solitarie e silenziose nottate di pesca ai calamari son diventate affollati caroselli di auto e di pescatori alla ricerca dello spot che in quel giorno o in quel momento sta rendendo di più. Tempi duri, difendiamoci dalla razza predona.

Ismael

Numero di messaggi : 2368
Località : puglia
Data d'iscrizione : 10.12.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Curiosità eging....

Messaggio Da bass il Sab Feb 09, 2013 8:53 am

ciccio11 ha scritto:si si
anche io ho un amico che per nn perdere gli artificiali pesca senza ancorette

i rampini inferiori sono quelli che lavorano di più



Non posso che essere d'accordo.....

i calamari più grossi li ho sempre tirati su con la parte inferiore dei cestelli conficcata nella parte superiore della testa.....ipotizzo che sia per la tendenza a ghermire l'egi dal basso, così che nella successiva jerkata e/o ferrata è proprio la parte bassa del cestello a fare il lavoro sporco

bass

Numero di messaggi : 1012
Età : 47
Località : Basso Salento (LE)
Data d'iscrizione : 03.12.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Curiosità eging....

Messaggio Da boogieman88 il Dom Feb 10, 2013 12:04 am

ciccio11 ha scritto:si si

gli egi non di qualità si incagliano più facilmente

8 fili diretto senza fluoro che tanto i calamari se ne fregano anzi...


Non sono d'accordo, sono le totanare più costose che si incagliano più facilmente proprio perchè hanno gli aghi molto più appuntiti di quelle economiche. Inoltre essendo il cestello più di qualità è difficile aprire gli aghi. Io cmq faccio un sacco di catture con totanare economiche. quindi bisogna capire un pò....

Usare il trecciato diretto è sconveniente, non perchè è più visibile, di questo poco ci frega perchè i nostri amati cefalopodi sembrano attaccano comunque. Lo spezzone di nylon o fluorocarbon si usa perchè è più tenace alle abrasioni e lavorando sul fondo i primi centimetri di filo vicino alla totanara sono quelli che vanno a toccare le rocce e quindi più a rischio lesioni. Io per questo uso un trecciato 0,6 in bobina e faccio 50cm di shockleader 0,28, così spesso proprio per poter forzare in caso di incaglio ed in situazioni in cui il filo si trova a contrasto con una roccia non si deve lesionare al tal punto di tagliarsi.
Come nodo di giunzione uso fare un albright a 15 spire e 3 passaggi nell'asola finale, non si rompe mai! Tony pegna non mi piace il discorso del nodo di nylon che supporta tutto il carico. FJ non lo sò fare e lo vedo un pò troppo macchinoso da fare dopo una rottura sul posto di pesca
Ho letto anche di un utente che dice di che rompe proprio alla giunzione. Può essere che il nodo non tenga. Ma può anche essere che tu quando serri le spire di trecciato fà fai con troppa forza e il trecciato si lesiona proprio in quella parte che hai abraso per serrare il nodo. non sò se mi sono spiegato. Se è come dico io quando rompi il taglio è netto, se invece si scioglie il nodo vedrai alla fine un ricciolo di filo.

boogieman88

Numero di messaggi : 710
Località : martina franca
Data d'iscrizione : 13.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Curiosità eging....

Messaggio Da Senza Suono il Dom Feb 10, 2013 8:00 am

io quando vado in un posto nuovo uso prima le totanare del deca per scandagliare il fondo,una volta memorizzato i percorsi metto le duel oppure yamashita,mai avuto problemi,per sicurezza sulla treccia con un nodo tony pena metto 50 cm. di fc da 0,40,cosi' se incaglio basta tirare la treccia con le mani e si libera facilmente,poi bisogna drizzare gli aghi delle corone,se invece non si toglie dal fondo state freschi che avete infilato la totanara in qualche spacco e col cavolo che la liberate,segno della croce e via,se si rompe pazienza,al max avro' perso 5 totanare l'anno,se mi gira l'indomani vado a fare pescasub e mentre caccio le cerco e le trovo,sia le mie sia quelle di altri Very Happy

Senza Suono

Numero di messaggi : 640
Località : Siracusa
Data d'iscrizione : 21.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Curiosità eging....

Messaggio Da ciccio11 il Dom Feb 10, 2013 12:19 pm

boogieman88 ha scritto:
ciccio11 ha scritto:si si

gli egi non di qualità si incagliano più facilmente

8 fili diretto senza fluoro che tanto i calamari se ne fregano anzi...


Non sono d'accordo, sono le totanare più costose che si incagliano più facilmente proprio perchè hanno gli aghi molto più appuntiti di quelle economiche. Inoltre essendo il cestello più di qualità è difficile aprire gli aghi. Io cmq faccio un sacco di catture con totanare economiche. quindi bisogna capire un pò....

Usare il trecciato diretto è sconveniente, non perchè è più visibile, di questo poco ci frega perchè i nostri amati cefalopodi sembrano attaccano comunque. Lo spezzone di nylon o fluorocarbon si usa perchè è più tenace alle abrasioni e lavorando sul fondo i primi centimetri di filo vicino alla totanara sono quelli che vanno a toccare le rocce e quindi più a rischio lesioni. Io per questo uso un trecciato 0,6 in bobina e faccio 50cm di shockleader 0,28, così spesso proprio per poter forzare in caso di incaglio ed in situazioni in cui il filo si trova a contrasto con una roccia non si deve lesionare al tal punto di tagliarsi.
Come nodo di giunzione uso fare un albright a 15 spire e 3 passaggi nell'asola finale, non si rompe mai! Tony pegna non mi piace il discorso del nodo di nylon che supporta tutto il carico. FJ non lo sò fare e lo vedo un pò troppo macchinoso da fare dopo una rottura sul posto di pesca
Ho letto anche di un utente che dice di che rompe proprio alla giunzione. Può essere che il nodo non tenga. Ma può anche essere che tu quando serri le spire di trecciato fà fai con troppa forza e il trecciato si lesiona proprio in quella parte che hai abraso per serrare il nodo. non sò se mi sono spiegato. Se è come dico io quando rompi il taglio è netto, se invece si scioglie il nodo vedrai alla fine un ricciolo di filo.


io non mi riferisco a quanto sono appuntiti gli aghi visto che secondo me con gli incagli non centra proprio nulla
e nemmeno sull'economicità di un prodotto infatti io ho parlato di qualità
ci possono essere egi di qualità elevata a prezzi molto bassi
la prima cosa che differenzia gli egi di qualità da quelli scarsi è l'assetto in caduta e quello statico
ed è proprio l'assetto da fermo sul fondo che ti fa incagliare o meno ed è quello a cui mi riferisco
gli egi che hanno gli aghi che si aprono facilmente tanto più facilmente si rovinano ed alla seconda volta che li forzi li devi andare a buttare
i cestelli seri invece li puoi aprire e chiudere tutte le volte che vuoi

soprassiedo su shockleader ed albright retaggi da surfcaster

poi se dici che l'fj non lo sai fare perchè devi dire che è più difficile di altri nodi
io so fare sia fj che l'albright e per quanto mi riguarda è molto più semlice da fare il primo in tutte le condizioni
avatar
ciccio11

Numero di messaggi : 400
Località : Bari
Data d'iscrizione : 06.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Curiosità eging....

Messaggio Da boogieman88 il Dom Feb 10, 2013 12:23 pm

allora mi linkeresti la spiegazione del nodo?

boogieman88

Numero di messaggi : 710
Località : martina franca
Data d'iscrizione : 13.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Curiosità eging....

Messaggio Da ciccio11 il Dom Feb 10, 2013 1:44 pm

http://www.youtube.com/watch?v=ueatfyziKRE
puoi iniziare di qui

http://www.mercatinodellapesca.com/t3029-nodo-piu-fedele-nilon-trecciato
anche da questa discussione puoi trovare link interessanti

ci sono cmq molti modi di fare l'fj
http://www.youtube.com/watch?v=YczssyQtZZo
ti consiglio di provare un po tutti i metodi fino a che trovi quello che ti soddisfa di più

io non uso colle ne l'accendino per fare pallini strani
faccio tutto a mano libera (c'è il pr knot che è molto simile come concezione ma ci vuole "l'attrezzo")
avvolgo 3 volte strette 3 larghe 3 strette e poi chiudo (gli avvolgimenti del primo link sono tutti larghi)
stringo più forte che posso ad ogni avvolgimento
chiudo con un solo mezzo collo scratch confused
le mie esperienze si riferiscono a trecciati da 10 a 20 lb e finali dallo 0,28 allo 0,45

una volta che impari a farlo dimentichi tutti gli altri nodi





avatar
ciccio11

Numero di messaggi : 400
Località : Bari
Data d'iscrizione : 06.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Curiosità eging....

Messaggio Da boogieman88 il Dom Feb 10, 2013 1:58 pm

Confondevo l'FJ con il PR, per colpa dell'attrezzino dicevo che non si poteva rifare sul posto. Cercherò di imparare questo nodo solo perchè sembra leggermente più piccolo dell'albright e quindi si possono fare i lanci all'interno degli anelli. Vedremo e vi farò sapere, speriamo di non perdere artificiali

boogieman88

Numero di messaggi : 710
Località : martina franca
Data d'iscrizione : 13.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Curiosità eging....

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum